Join our newsletter

COME DIVENTARE PERFETTI ECO-TURISTI!

Scritto da Paola Teocoli

Le vacanze sono un ottimo momento per rilassarci, ritrovare la serenità e la tranquillità che a volte perdiamo mentre lavoriamo e godere del tempo a disposizione per ammirare luoghi splendidi.

Non dobbiamo però dimenticarci che la nostra impronta ambientale è valida anche quando siamo in vacanza e dobbiamo stare attenti a rispettare il luogo in cui siamo come se fossimo a casa nostra.

L’obbiettivo che dobbiamo porci, oltre a quello di rilassarci, è quello di essere il più eco-sostenibili possibile e per questo, ecco il decalogo per essere il miglior eco-turista di sempre!

1. Dove vado?

E’ molto importante scegliere la destinazione del nostro viaggio non solo in base alle nostre esigenze ma anche facendo riferimento alla sostenibilità ecologica del luogo. Sempre meglio optare per ambienti come aree protette e siti patrimonio dell’umanità: grazie a questa scelta turistica contribuiremo alla protezione di questi luoghi e visiteremo posti meravigliosi. 

2. Dove alloggio?

Scegliete la struttura dove alloggeremo è molto importante in quanto alcuni alloggi sono più eco-friendly di altri. Utilizzo di energie alternative, riduzione dell’impatto ambientale, integrazione con il luogo e la popolazione locale sono buoni indizi che ci aiuteranno a scegliere la nostra struttura.

3. Come mi muovo?

Se possiamo raggiungere la nostra meta senza prendere l’aereo, optiamo per un viaggio in treno e lasciamo la macchina in garage. Contribuiremo così a diminuire l’impatto delle emissioni che questi due mezzi portano con se. Inoltre, andando in treno, potremo ammirare paesaggi e rilassarci di più.

4. Posso conoscerti?

Interagire con le persone del luogo è il modo migliore per conoscerlo e apprezzarlo nelle sue sfaccettature migliori. Inoltre gli abitanti del posto potranno suggerirvi i posticini migliori dove mangiare prodotti locali e le attività ufficiali del luogo che lavorano nel rispetto dell’ambiente.

5. Cosa mangio?

Scegliamo ristoranti che propongono prodotti a chilometro zero e biologici. Evitiamo di mangiare in strutture che ci propongono cibi provenienti da lontano (e che hanno percorso tanti chilometri inquinando l’aria e il mare) e prediligiamo quelli che ci consigliano i prodotti del luogo. Non solo entreremo di più in contatto con la cultura del posto ma eviteremo anche di inquinare, sebbene indirettamente, il pianeta.

6. Dove lo butto?

La raccolta differenziata non è più un’opzione quindi come facciamo come a casa nostra: separiamo l’immondizia che creiamo. Se facciamo una gita o un picnic ricordiamoci sempre di portare con noi un sacchetto dove riporre i rifiuti. Fumatori: i filtri delle sigarette ci mettono 1 anno per degradarsi. Non solo hanno un’impatto ambientale altissimo ma rischiano anche di provare incendi. Non lasciamole per terra!

7. Posso prenderlo?

I souvenir sono quelle cose che ci ricorderanno la vacanza che abbiamo trascorso nel luogo prescelto attenzione però a cosa portiamo a casa con noi! Non portiamo con noi prodotti realizzati con parti di animali protetti e a rischio estinzione e lasciate sabbia e conchiglie dove le trovate. Inoltre mai toccare e tirare fuori dall’acqua le stelle marine: rischiamo di mettere a repentaglio la loro vita!

8. Posso avvicinami?

Osservare la natura e gli animali è un’esperienza coinvolgente e ci farà sentire a contatto con noi stessi e con il ciclo della vita ma non dobbiamo mai interferire con ciò che stiamo guardando. Non molestiamo gli animali, avvicinandoci o rincorrendoli (rischiando inoltre di metterci in pericolo). Non urliamo e non accendiamo fuochi a meno che non ci sia permesso dalle guardie forestali. Lasciamo meno tracce possibili del nostro passaggio.

9. Posso utilizzarlo?

Scegliamo sempre prodotti biologici per la cura della persona e privi di parabeni e siliconi. Ne gioverà la nostra pelle ma anche il pianeta: le creme a base di ingredienti chimici rischiano di danneggiare il territorio. Se ci troviamo al mare per esempio, le creme rilasceranno nell’acqua le tossine rischiano di danneggiare l’ecosistema marino.

10. Posso partecipare?

Diventare membro di un’organizzazione locale di conservazione del luogo e della sua natura, è un ottimo modo non solo per mantenere i contatti ma anche per contribuire in maniera pratica alla preservazione dei luoghi che ci hanno ospitato durante la vacanza e anche dopo che ce ne saremo andati.

Qualsiasi sarà la nostra meta e la nostra idea di vacanza cerchiamo sempre di ricordarci che siamo ospiti nel territorio prescelto e quindi comportiamoci sempre bene, nel rispetto dei suoi abitanti, tradizioni, cultura e natura. Sporcare o mancare di rispetto, non solo ci farà fare una brutta figura ma contribuirà a danneggiare ulteriormente il nostro bellissimo pianeta!

 

Buone vacanze eco-turisti!

This project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No 738719