Join our newsletter

AIRLITE E IL SOLLEONE

Le giornate d’estate ci sembrano infinite e bellissime ma è importante sapere che con l’aumento delle temperature, possono verificarsi effetti indesiderati in termini di qualità dell’aria.

Infatti, quando le temperature si alzano la qualità dell’aria che respiriamo diminuisce poiché la miscela di calore e luce solare funge da forno, si può dire che “cuoce” le sostante chimiche presenti nell’aria che, combinate con le emissioni degli ossidi d’azoto causate dai veicoli e dalle industrie, creano uno strato di gas tossisco a livello del suolo.

Questo fenomeno estivo colpisce maggiormente chi già soffre di problemi respiratori o cardiaci in quanto può ostacolare il normale processo di respirazione. La cattiva qualità dell’aria può provocare: respiro corto e affannato, respirazione dolorosa, tosse e irritazioni della gola e delle vie respiratorie. Rischia inoltre di complicare i sintomi di patologie preesistenti come asma e bronchite. Anche le persone sane, possono patire la cattiva qualità dell’aria e rischiare di incorrere in problemi respiratori e infezioni.

Chi è più a rischio di soffrire di queste patologie sono le persone che vivono nelle aree urbane – in quanto a diretto contatto con lo “smog-estivo”, gli anziani, i giovanissimi e come già detto, tutti coloro che vivono condizioni di salute non ottimali.

Per tutti coloro che vivono in città o in aree edificate, abbiamo alcuni semplici consigli che aiuteranno la vostra salute a mantenersi sana oltre a ridurre l’impatto dell’inquinamento atmosferico durante queste ondate di caldo estive:

  • Se siete particolarmente sensibili alla qualità dell’aria, vi consigliamo di rimare in casa durante le ore più calde della giornata, quelle centrali per intenderci.
  • Evitare le attività più faticose che di solito svolgete all’aria aperte. Lo sforzo, amplia la capacità dei polmoni di acquisire aria rischiando di farvi respirare anche gas nocivi. Invece di correre, camminate!
  • Cercate di ridurre l’utilizzo della macchina per i vostri viaggi. Optate per soluzioni come il carpool (condivisione di un “passaggio un auto”) per raggiungere la vostra meta oppure i mezzi pubblici. Questo diminuirò il numero di veicoli presenti in strada a anche il livello d’inquinamento.
  • Se prendete la macchina per viaggiare, cercate di fare rifornimento durante le ore notturne: questo eviterà la “cottura” dello smog tossico da parte della luce solare.
  • Se disponete di aria condizionata, cercate di non impostare il condizionatore ai minimi gradi. Questo contribuirà a ridurre il consumo di carburante fissile necessario per alimentarlo.

L’inquinamento è il problema del XXI secolo e dato che il clima continua a riscaldarsi, è il momento di agire o il problema non scomparirà da solo. Secondo l’OMS, oltre 3 milioni di decessi all’anno sono legati alla cattiva qualità dell’aria e il Regno Unito è attualmente al secondo posto fra i paesi dell’UE per il più alto numero di decessi prematuri causati da gas NOx.

Per di più Londra, ospita anche due delle strade più inquinate al mondo: Oxford Street e Marylebone Road.

Per fortuna, una soluzione c’è e oggi, grazie all’innovativa tecnologia Airlite, avrete un modo semplice ed efficace per contribuire a rendere migliore l’aria che respiriamo a prescindere dalla temperatura esterna. Come? Semplicemente dipingendo la vostra casa o il vostro ufficio.

La formula unica di Airlite e la sua attivazione grazie alla luce naturale, provocano una reazione chimica in grado di rimuovere fino all’88,8% della particelle tossiche sospese nell’aria, oltre a formare una pellicola protettiva invisibile capace di bloccare la sporcizia e i batteri che si attaccano alla parete.

Scegliere Airlite è come scegliere di piantare una foresta dentro e fuori casa. Veramente! L’applicazione di Airlite su una superficie di 100mq riduce l’inquinamento atmosferico in modo altrettanto efficace di un bosco di 100mq di alberi ad alto fusto.

Prova a immaginare che impatto incredibile potrebbe avere sul mondo se tutti scegliessero do dipingere con Airlite. I nostri polmoni e l’ambiente ne trarrebbero incommensurabili benefici!

This project has received funding from the European Union’s Horizon 2020 research and innovation programme under grant agreement No 738719